domenica 30 maggio 2010

Certe donne

Certe donne, così come certi animali, sono altari e non esseri viventi.
A volte capitano donne talmente leggere, talmente perfette da non riuscire neanche a farci sesso. Ne avresti voglia, è ovvio, perchè sono talmente splendide che nessun uomo sano di mente potrebbe non desiderarle, ma resti a guardarle, le annusi, fai scivolare i palmi delle mani sulla loro pelle, disegni figure a forma di otto con la punta delle dita sulle loro schiene mentre lasci scivolare le labbra nel canale che scorre lungo la colonna vertebrale.
Le sporcheresti, scopandole, quindi dimentichi che il tuo cazzo è tanto duro da farti male e annusi ogni millimetro delle loro pelle, lasci che quella peluria invisibile che le ricopre ti solletichi le narici, aspetti.
Semplicemente non puoi permetterti di rovinarle.
Sarebbe come dare un bicchiere di gin a un bambino di due anni e poi iniziare a parlargli di pornografia amatoriale.
E lei era così, come fosse stata un'opera d'arte e non un essere che prima o poi sarebbe invecchiato e morto.
Sembrava che non fosse, come tutti noi, anche lei destinata alla putrefazione.

2 commenti:

  1. Io ce l'ho quel canale lungo la colonna vertebrale, pensavo l'avvessero tutte, ma mi hanno detto una settimana fa che non è così.
    E infattiè stato salutato come un piccolo e piacevole miracolo.
    Vedi che in fondo i trainer servono :)

    RispondiElimina
  2. Hai anche i poggiapollici, per caso? I poggiapollici sono la chiara dimostrazione del fatto che il buon Dio si intende anche di ergonomia.

    RispondiElimina