domenica 30 maggio 2010

Eccessi di tempo

Dato che il tempo disponibile mi straborda da una parte e dall'altra, ritengo sia il caso di aprire un blog. Non sia mai che io debba utilizzare le ore che avanzano per intrattenere rapporti sociali o andare al mare come i comuni mortali, dato che finalmente la stagione lo permette.
Non sia mai.
E' senza alcun dubbio preferibile tediare qualcuno che, annoiato quanto me dal mondo esterno, si troverà a passare da questa pagina.
Chissà, forse il mio problema è che ancora spero di riuscire a trovare un'anima incongruente che, al mio pari, preferisca ciacolare di massimi sistemi davanti a un bicchiere di whiskey torbato, un povero idiota che nel paese di Corona ancora speri di poter avere qualcosa da scrivere e, ancora peggio, di poter trovare qualcuno interessato a leggerlo.
Mi piace illudermi, sapete?
Ma in fondo, molto in fondo a dire il vero, sono una persona come le altre.
E' vero, non mi diverte ciò che diverte la maggioranza delle persone. E neppure sento le cose come le sente la maggioranza delle persone. Tantomeno penso come pensa la maggioranza delle persone.
A parte questi dettagli, però, sono esattamente uguale alla maggioranza delle persone.

Nessun commento:

Posta un commento