martedì 7 settembre 2010

Poesiole del liceo (A.K.A. Ritrovamenti archeologici)


Ho visto la mia città,
ed anche voi,
se non foste ciechi,
l'avreste notata.
Era lì. Ferma
eppure mutevole,
e senza saperlo
l'abitavate.
Ferma, su di voi,
a testa in giù,
tutta campi viola
e pianure rosate.
Fiumi bluastri,
colli magenta,
monti screziati
di rossi diversi.
Voi, senza sapere,
l'avete guardata
e come ogni sera
non l'avete vista.
Ma è sempre lì
a testa in giù,
colorata e luminosa
tavolozza del tramonto.