lunedì 14 gennaio 2013

Believe Me, if All Those Endearing Young Charms



Bellissima versione di Lucy Wainright Roche, purtroppo introvabile al di fuori di questa scena.

"Si dice che dopo che la moglie di Thomas Moore contrasse il vaiolo, rifiutasse di lasciare che chiunque la vedesse, anche suo marito, a causa degli effetti sfiguranti della malattia sulla sua pelle e perchè credeva che lui non la potesse più amare dopo che il suo viso si era così fortemente riempito di cicatrici. Disperato per il suo confinamento, Moore compose il testo di questa canzone per rassicurarla del fatto che la avrebbe sempre amata, a dispetto del suo aspetto. Successivamente scrisse che dopo averlo sentito cantare da dietro alla porta della sua camera da letto, lei lo lasciò finalmente entrare e cadde tra le sue braccia, la sua fiducia rigenerata."
(La traduzione è mia, purtroppo l'inglese era alquanto arcaico ed ho fatto il meglio che ho potuto)

Credimi, se tutto quel fascino accattivante della gioventù
Che ammiro così orgogliosamente oggi
Dovesse cambiare domani e sparirmi tra le braccia
Svanendo come ali di fata
Tu saresti ancora adorata come sei adesso.
Lascia che la tua bellezza svanisca come deve
E attorno alle care rovine ogni desiderio del mio cuore
Si intreccerebbe ancora rigoglioso.
Non è mentre la bellezza e la gioventù sono tue
E le tue guance non sono profanate dalle lacrime
Che il fervore e la fede di un'anima possono essere conosciuti,
Alla quale il tempo farà tutto tranne renderti meno cara.
No, il cuore che ha davvero amato non dimentica mai,
Ma continua ad amare fino alla fine:
Come il girasole rivolge verso il suo Dio quando tramonta,
Lo stesso sguardo che gli ha dato quando è sorto.